.. Numeri di emergenza Rubrica indirizzi Rubrica indirizzi Ubicazione Gallerie di immagini Raccolta link Mappa del sito Mappa del sito
Messaggio municipale 37-2017 Progetto di valorizzazione delle funzioni del bosco e la riqualifica della piantagione della Buzza di Biasca

Pubblicato il

14.11.17

Il Municipio di Biasca ha approvato il messaggio municipale concernente la ratifica della convenzione con il Patriziato di Biasca per il progetto di valorizzazione delle funzioni del bosco e la riqualifica della piantagione della Buzza di Biasca in zona Ara.


Il progetto è nato da un interesse forestale e i promotori sono stati l’Ufficio forestale del II° circondario e l’Ufficio patriziale. Abbinandolo al progetto Swiss Rail Park, il Municipio ha allargato il concetto di riqualifica della zona con l’idea di creare un collegamento fra la zona della Stazione FFS, la zona pedemontana di Santa Petronilla, la via Crucis, i grotti di Biasca, l’area di svago del Vallone, la piantagione della Buzza e la zona protetta della Legiuna attraversando siti storici e culturali quali la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo e l’Oratorio della Natività di Loderio.

 

Il progetto prevede i seguenti interventi:


- realizzazione di una pista forestale di una lunghezza di circa 500-600 ml e una larghezza di circa 3 ml che parte in zona Casa per Anziani e arriva di fronte al campo di calcio principale. Questo tracciato sarà in seguito disponibile quale collegamento pedonale fra la zona dei Grotti e la zona campi sportivi completando il tracciato di un sentiero turistico che potrebbe permettere di collegare Santa Petronilla con il sentiero basso della Valle di Blenio;
- interventi forestali nella piantagione con tagli di rinnovamento, di popolamenti maturi resinosi, diradi di stabilità nelle perticaie e recupero della selva castanile con potatura alberi e taglio del sottobosco. La riqualifica comprende anche la sistemazione della recinzione esistente per evitare danni della selvaggina e delle capre;
- interventi di carattere sociale e paesaggistico come la ricostruzione di antiche infrastrutture d’esbosco e di trasporto legname quali la “sovenda” e la teleferica “valtellina” creando un percorso didattico del “sentéi di borat”; realizzazione di una struttura di sostegno con la costruzione di un rifugio forestale completamente in legno da adibire a spazio didattico a disposizione di scuole e gruppi; creazione di percorsi sportivi e di un parco giochi per la cittadinanza.


L’attuazione del progetto è prevista su un periodo di 4-5 anni e i costi complessivi, secondo il preventivo di massima, ammontano a CHF 795'000.00. I costi residui a carico del Comune, dedotti i sussidi e la quota parte del Patriziato, dovrebbero ammontare a circa CHF 86'500.00.


Il messaggio completo può essere consultato sul sito internet www.biasca.ch.

 
..

< Indietro

© biasca.ch – creditsnote legali
Ultimo aggiornamento della pagina: 10.05.2012
Visualizzazione: RegolareStampa